Servizi > Rendering 3D

Rendering 3D

Il rendering è un termine della lingua inglese che in senso esteso indica la resa grafica di una rappresentazione di un oggetto. In tempi relativamente recenti ha assunto un valore essenzialmente riferito all'ambito della computer grafica, dove identifica il processo di "resa" ovvero di generazione di un'immagine a partire da una descrizione matematica di una scena tridimensionale interpretata da algoritmi che definiscono il colore di ogni punto dell'immagine digitale. (cit. Wikipedia)

Il rendering è il processo attraverso cui vengono prodotte delle immagini della scena 3D. Si tratta di un processo solitamente molto complesso, che comporta un grosso carico di lavoro per la cpu o per la gpu del computer che effettua i calcoli necessari per il render. Per questo motivo, soprattutto quando si effettua il rendering di un' animazione , che comprende quindi il calcolo di numerosi fotogrammi, si ricorre all'utilizzo di molteplici macchine, che lavorano insieme per ridurre i tempi necessari. Questo insieme di macchine viene chiamato "Render Farm".
Il render è quasi sempre il prodotto finale della grafica 3D e segue di solito alle fasi di modellazione e animazione. In realtà prima di poter produrre il render esistono altre fasi intermedie: è necessario infatti attribuire ai modelli 3D dei materiali virtuali (spesso accompagnati dall'uso di texture), creare una telecamera immaginaria che possa materialmente riprendere la scena e illuminare quest'ultima con delle luci immaginarie che possano contribuire a conferire realismo all'insieme.

Render

Alcuni esempi di render eseguiti per i miei clienti.
Per una selezione più vasta dei miei progetti, vedi il mio Portfolio Lavori


Di seguito alcuni dei servizi che offriamo in ambito RENDERING:

  • Render di prodotto (per es. visualizzazione fotorealistica di oggetti in ambiente studio)
  • Render di personaggi animati (per es. per spot pubblicitari)
  • Render di macchinari e catene di produzione (per la produzione di video industriali)
  • Render con ricostruzione dell'illuminazione di una scena reale (per l'inserimento in compositing di elementi 3D su base fotografica o video)
  • Render fotorealistici
  • Render "non fotorealistici" (per es. con tecniche che simulano i disegni 2D)

I campi di applicazione possono essere:

  • Render di LOGHI e MARCHI
  • Render di PRODOTTI e OGGETTI di DESIGN (prototipazione, visualizzazione o pre-visualizzazione)
  • Render per BROCHURE e CATALOGHI (in sostituzione delle fotografie, con conseguente ABBATTIMENTO DEI COSTI!)
  • Render per il settore AUTOMOTIVE
  • Render ARCHITETTONICI (render di interni ed esterni)
  • Render per il settore MEDICALE (apparecchiature e procedure mediche)
  • Render per VIDEO CORPORATE
I settori di applicazione sono praticamente illimitati!
Le fasi chiave per la realizzazione di un render:

Ai modelli vengono attribuiti degli "SHADER" ovvero degli algoritmi che definiranno le proprietà del materiale virtuale dell'oggetto (se la sua superficie è liscia o ruvida, se riflette e in che modo, se rifrange ecc) in modo da simulare, basandosi sulla fisica, i materiali reali (per es. metallo, vetro, plastica ecc).
Per definire alcune proprietà dei materiali vengono impiegate delle TEXTURE: le texture sono delle immagini che vengono proiettate o mappate sulla superficie del modello 3D. Si tratta spesso di immagini ricavate da fotografie o grafica (anche dipinta a mano), che permettono di ottenere effetti quali trama dei tessuti, graffi, variazioni complesse di colore ecc, oppure di applicare loghi, grafiche, etichette e molto altro.
Viene creata una ILLUMINAZIONE VIRTUALE della scena. Per far questo vengono impiegate delle sorgenti luminose immaginarie che simulano le caratteristiche delle luci reali. Anche in questo caso la fisica gioca un ruolo predominante: le luci del software 3D si distinguono in varie classi (luci direzionali, luci puntiformi, luci area ecc) che presentano veri e propri attributi fisici (come per es. la temperatura del colore o il decadimento quadratico) per ottenere la migliore resa possibile.
Vengono definiti i parametri del MOTORE DI RENDERING: ogni programma che effettua i calcoli, per generare dei render, permette infatti di stabilire dei parametri di calcolo per ottimizzare tempi e risultato. Questi parametri variano in base alle situazioni, a ciò che si desidera ottenere e alle caratteristiche della scena 3D.

La Post-Produzione

Il rendering è spesso inoltre seguito da una articolata post-produzione con tutta una serie di fasi, che comprendono compositing, inserimento di eventuali motion graphics, montaggio del video risultante, inserimento audio ecc. Mi occupo in prima persona di queste fasi e mi avvalgo, in caso di produzioni più grandi, anche della collaborazione di altri professionisti del settore.